Stampa la pagina
Notizia inserita il 19/11/2015

E-COMMERCE B2C: esonero corrispettivi fiscali

Niente più scontrini o ricevute fiscali per i servizi elettronici (e-commerce) , di telecomunicazione e di teleradiodiffusione prestati ai consumatori privati (B2C).

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze  (DM 27 ottobre 2015) con efficacia retroattiva dal 1° gennaio 2015 che stabilisce l'esonero dall'obbligo di certificazione fiscale dei corrispettivi per i servizi elettronici diretti, di telecomunicazione (TLC) e di teleradiodiffusione resi a committenti che agiscono al di fuori dell’esercizio d’impresa, arte o professione (prestazioni B2C).

Per commercio elettronico diretto si intende la cessione elettronica di beni virtuali o servizi in cui le fasi della transazione avvengono online (esempio: acquisto di un e-book).

In particolare, per servizi di commercio elettronico si intendono:

  • i servizi forniti dai siti web e web-hosting, gestione a distanza di programmi e attrezzature;
  • i servizi software e i relativi aggiornamenti;
  • i servizi relativi alla fornitura di musica, film, giochi, programmi nonché i servizi culturali, artistici, sportivi, scientifici o di intrattenimento;
  • le prestazioni di insegnamento a distanza.

L’operazione dell’acquisto deve comunque essere annotata nel registro dei corrispettivi entro il giorno non festivo successivo all’effettuazione dell’operazione stessa (art.2, Dlgs 127/2015).

Approfondimenti: http://www.fiscooggi.it/normativa-e-prassi/articolo/e-commerce-e-consumatori-finali-corrispettivi-non-piu-certificare

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter