Stampa la pagina
Notizia inserita il 16/01/2015

Legge di Stabilità 2015

Le novità per per imprenditori, professionisti, società ed enti passo per passo

Crediti verso la PA compensabili con le cartelle esattoriali, Credito d'imposta per ricerca e sviluppo con nuove regole, Regime agevolato per i redditi da utilizzo di beni immateriali, Investimenti nelle aree svantaggiate: ampliamento dei limiti temporali: 

CREDITI VERSO LA PA COMPENSABILI CON CARTELLE ESATTORIALI:

Le imprese e i lavoratori autonomi che vantano crediti non prescritti, certi, liquidi, esigibili e certificati, di importo non inferiore alla somma iscritta a ruolo verso la PA potranno utilizzare tali somme per estinguere per compensazione i debiti iscritti a ruolo ( Dl 145/2013).

CREDITO D'IMPOSTA PER RICERCA E SVILUPPO CON NUOVE REGOLE

  • Si possono considerare beneficiari tutte le imprese (non solo quelle con fatturato inferiore a 500 milioni di euro)
  • La durata dell'agevolazione è fino al 2019 (prima era 2016)
  • La soglia di investimenti minimi agevolabili è pari a 30 mila euro (non più 50milla)
  • Il tetto massimo di credito annuale per l'impresa è 5 milioni (prima era 2,5 milioni)
  • Dimezzata la misura del credito pari a 25 % delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti realizzati nei 3 periodi d'imposta precedenti al 2015 (il 50 % resta per spese relative al personale altamente qualificato , contratti di ricerca con università, enti di ricerca e start up innovative)
  • Esclusioni dei brevetti dalla tipologia di attività agevolabili

REGIME AGEVOLATO PER I REDDITI DA UTILIZZO DI BENI IMMATERIALI

Per i titolari di redditi d'impresa derivanti da attività di R&D è stato introdotto un regime fiscale agevolato (facoltativo) che prevede l'esclusione dal reddito complessivo del 50% dei redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali. L'operazione dura irrevocabilmente 5 esercizi e primi due anni verranno ridotti rispettivamente il 30 e il 40 %. La quota di reddito agevolabile è calcolato in base al rapporto tra i costi di ricerca e sviluppo del bene e i costi complessivi per la sua produzione.

Le Plusvalenze per la cessione di beni immateriali saranno detassate se verrà reinvestito almeno il 90% del ricavato.

INVESTIMENTI NELLE AREE SVANTAGGIATE: AMPLIAMENTO DEI LIMITI TEMPORALI

In merito al credito d'imposta a favore delle imprese che hanno effettuato investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise, l'Agenzia delle Entrate dichiara che sono sottoposte a copertura finanziaria anche le opere iniziate in precedenza per il completamento di investimenti già agevolati da una precedente norma.

BONUS PER IL WI-FI IN ALBERGO

Si riconosce un credito d'imposta pari al 30 % dei costi per investimenti e attività di sviluppo.

In riferimento al wi-fi il bonus è subordinato alla messa a disposizione di un servizio gratuito e con almeno 1MB di download.

PER ALCUNI BONUS, IN ARRIVO UNA LIMATURA DELLA PERCENTUALE DI FRUIZIONE

Entro il 30 gennaio verranno ridotte le percentuali di fruizione dei crediti d'imposta. Tra i principali ridimensionamenti vediamo il rimborso parziale dell'accisa su benzina e Gpl per i Taxi, Gasolio e Gpl per riscaldamento in aree geograficamente o climaticamente svantaggiate, il credito d'imposta per nuove iniziative imprenditoriali, per investimenti in campagne pubblicitarie in determinate aree del paese, per l'acquisto di software da parte delle farmacie, per investimenti di imprese di prodotti editoriali.

CRESCE LA TASSAZIONE DEGLI UTILI DEGLI ENTI NON PROFIT

Gli utili non soggetti a tassazione variano dal 95 % al 22,26%. Per compensare l'effetto retroattivo della disposizione viene riconosciuto un credito d'imposta pari alla maggiore imposta.

ACCERTAMENTI: AUMENTA AL COMPENSO PER I COMUNI COLLABORATIVI

Dal 2015 al 2017 la quota riconosciuta ai comuni sulle maggiori quote riscosse a titolo definitivo passa dal 50 al 55%.

ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE: PIANO DI RATEIZZAZIONE BIS E LIMITE TRACCIABILITA' DEI PAGAMENTI

Viene concessa previa richiesta entro il 30 giugno 2015 la possibilità di dilazione del debito fiscale alle associazioni sportive dilettantistiche che sono decadute da quel beneficio entro il 31 ottobre 2014.

I pagamenti effettuati a favore di tali società nonché i versamenti effettuati da questi soggetti devono essere effettuati con mezzi tracciabili se di importi superiori ai 1000 euro (la precedente sogli era di 516,46 euro).

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter