Stampa la pagina
Notizia inserita il 02/11/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Martedì 01 novembre

La rassegna stampa del giorno di martedì 01 novembre con la sezione fisco, lavoro e la guida alla legge di bilancio - Il fisco per le imprese

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 01 novembre 2016

 

Sezione fisco

 

1. Prededucibili i crediti per rottamare i ruoli

I debitori possono estinguere il debito verso il fisco senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora

Decreto fiscale. I riflessi della definizione agevolata per le imprese sottoposte a procedura concorsuale - Sovvertito l’ordine di soddisfazione dei crediti.

La rottamazione dei ruoli rende, all’interno delle procedure concorsuali, prededucibile il credito vantato dall’erario e dal concessionario della riscossione.

Autori: Domenico Pezzella e Benedetto Santacroce

 

2. Svantaggiato chi ha vinto nei primi gradi

I paradossi. Sanatoria preclusa senza iscrizione a ruolo - Il meccanismo privilegia chi non ha presentato ricorso o non ha ancora pagato nulla.

La rottamazione agevola chi non ha contenzioso in corso con il Fisco oppure non ha pagato nulla di ciò che gli è stato chiesto a titolo di sanzione (e non di imposta evasa che rappresenta un capitolo a parte).

Autori: Giorgio Costa e Tonino Morina

 

3. L’interpello mette al sicuro l’investimento

Il parere dell’agenzia delle Entrate facilita l’accesso alla cooperative compliance

Tax strategy. Fino al tetto dei 30 milioni gli investitori, anche non residenti, possono chiedere di conoscere il corretto trattamento fiscale.

Messa in sicurezza dell’investimento sotto il profilo fiscale ed accesso facilitato alla cooperative compliance: sono queste due importanti conseguenze che possono indurre a presentare l’interpello sui nuovi investimenti non inferiori a 30 milioni di euro previsto dall’articolo 2 del Dlgs 147/2015, come integrato dal Dm 29 aprile 2016, dal provvedimento del Direttore dell’agenzia delle Entrate del 20 maggio 2016 e dalla circolare n. 25/E del 1° giugno 2016.

Autori: Emanuele Reich e Franco Vernassa

 

4. Commercialisti al voto: sfida a Bari e Torino Lista unica a Napoli

Professioni. Giovedì e venerdì.

Questa settimana i commercialisti sono chiamati al voto per eleggere gli Ordini territoriali.

Autore: Federica Micardi

 

5. Le novità dei bilanci 2016 tradotte in Xbrl

Contabilità. Primi test per il formato che recepisce le novità del decreto legislativo 139/15.

Novità per i bilanci 2016 con debutto anche nel formato Xbrl.

Autore: Franco Roscini Vitali

 

 

Sezione lavoro

 

6. Per i distacchi obbligo di documentazione

Devono anche essere nominati i referenti del distaccante

Impieghi transnazionali. In attesa della comunicazione preventiva.

Con la pubblicazione del decreto ministeriale 10 agosto 2016 sulla Gazzetta ufficiale del 27 ottobre è iniziato il conto alla rovescia per l’attuazione del nuovo obbligo di comunicazione introdotto dal Dlgs 136/2016 in materia di distacco transnazionale dei lavoratori.

Autore: Giampiero Falasca

 

7. Torna a crescere il tasso per il credito agevolato

Finanziamenti. Il valore di novembre è di 1,68%, lo 0,05% in più.

Inversione di tendenza a novembre nei valori del tasso di riferimento per il credito agevolato a industria, commercio, artigianato, editoria, industria tessile e zone sinistrate del Vajont (settore industriale), la cui misura in vigore dal primo del mese si porta sul valore di 1,68 con un incremento complessivo dello 0,05% rispetto all’1,63 % di ottobre.

Autore: Alessandro Spinelli

 

8. Comporto extra se c’è aggressione

Cassazione. L’assenza per malattia può superare i limiti se l’azienda non ha protetto il dipendente.

È illegittimo il licenziamento intimato nei confronti di un lavoratore del comparto sanità per superamento del periodo di comporto, nel caso in cui le assenze per malattia siano riconducibili ai postumi traumatici sofferti dal dipendente a seguito di una rapina subita nei locali della struttura ospedaliera.

Autore: Giuseppe Bulgarini d'Elci

 

 

Guida alla legge di bilancio - Il fisco per le imprese

 

9. Ammortamenti super agevolati per chi investe

Benefici per gli acquisti fino al 30 giugno 2018 - La deduzione arriva al 250% sui beni digitali

Proroga di un anno nella disciplina del maxiammortamento e introduzione dell’iperammortamento per gli investimenti in beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica o digitale in chiave «Industria 4.0».

Autore: Giacomo Albano

 

10. Ace ridotta al 2,3% Più paletti antielusivi

Aiuto alla crescita economica. Regole più stringenti per l’aiuto alla crescita economica (Ace) con il Ddl di bilancio 2017. La prima modifica riguarda la misura dell’aliquota da applicare alla variazione in aumento del capitale netto per la valutazione del rendimento nozionale.

Autore: Luca Miele

 

11. Sabatini-ter fino al 2018 Obiettivo: innovazione

Contributi per i macchinari. Il Ddl di Bilancio proroga la Sabatini-ter fino al 2018. L’obiettivo della manovra è di arricchirne i contenuti e le funzionalità.

Autore: Alessandro Sacrestano

 

12. Casse e fondi, premiato il risparmio nelle imprese

Strumenti finanziari. Il Ddl di bilancio interviene anche sulla fiscalità del risparmio.

Autore: Valentino Tamburro

 

13. Il credito d’imposta conteggiato su base ampia

Ricerca e sviluppo. Il Ddl di bilancio 2017 modifica la disciplina del credito d’imposta per ricerca e sviluppo (introdotto dal Dl 145/2013, articolo 3) sotto cinque favorevoli punti di vista: durata, percentuale di agevolazione, spese ammesse, tetto massimo ed estensione alla ricerca commissionata dall’estero.

Autori: Emanuele Reich e Franco Vernassa

 

14. Per le somme in start up detrazione più elevata

Innovazione. Prorogate e ampliate le agevolazioni fiscali per chi investe in start up innovative. Il disegno di legge di bilancio 2017 porta a regime la detrazione prevista dall’articolo 29 del Dl 179/2012, elevando a un milione il tetto su cui calcolare la detrazione, la quale, dal 2017, salirà al 30% della somma investita.

Autore: Luca Gaiani

 

15. Gestione di fondi comuni senza addizionale Ires

Aliquota al 24%. Dal 1° gennaio 2017 le società di gestione dei fondi comuni di investimento potranno beneficiare, a differenza degli istituti di credito e di altri intermediari finanziari, della riduzione dell’aliquota Ires dal 27,5% al 24 per cento.

Autore: Valentino Tamburro

 

16. Depositi di prodotti energetici, stretta su licenze e controlli

Accise. Regole più stringenti per il rilascio di licenza e autorizzazione per la gestione dei depositi fiscali di prodotti energetici.

Autore: Roberta De Pirro

 

17. Visti e imposte sostitutive per attrarre i capitali esteri

I nuovi regimi. Visti di ingresso più facili per gli stranieri interessati a investire in Italia. Più appeal per la detassazione dei redditi prodotti da autonomi e dipendenti che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro.

Autori: Alessandro Martinelli e Antonio Tomassini

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter