Stampa la pagina
Notizia inserita il 27/10/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Giovedì 27 ottobre

La rassegna stampa del giorno di giovedì 27 ottobre con la sezione fisco e la guida al decreto fiscale - Dichiarazioni e Iva

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 27 ottobre 2016

 

Sezione fisco

 

1. Lettere del Fisco oltre quota 600mila

In partenza 156mila alert per i contribuenti che non hanno trasmesso Unico o 730

Lotta all’evasione. Possibile sanare l’omissione inviando Unico entro il 29 settembre - Orlandi: 70mila dichiarazioni in più.

Il bilancio (per ora) provvisorio parla di 658mila lettere.

Autore: Giovanni Parente

 

2. Trust «autodichiarato» con imposte fisse

Contenzioso. Nuova linea della Cassazione: non si realizza un trasferimento di beni e diritti.

Al vincolo impresso su immobili e partecipazioni societarie mediante l’istituzione di un trust «autodichiarato» non si applica la tassazione proporzionale per i trasferimenti gratuiti (ma quella in misura fissa) in quanto non si ha, in tal caso, un trasferimento di beni e diritti, ma “solo” un effetto segregativo del bene vincolato in trust rispetto al patrimonio generale del soggetto disponente.

Autore: Angelo Busani

 

3. Versamenti, sì al cumulo giuridico

Sanzioni. L’omissione.

Il cumulo giuridico è applicabile anche alle cartelle di pagamento per gli omessi versamenti: la norma, infatti, non esclude l’applicazione del beneficio e, per tali ipotesi, occorre la verifica delle sanzioni più favorevoli al contribuente.

Autore: Laura Ambrosi

 

4. Sanzioni sanate con maxi-sconti

Possibile chiudere le violazioni su costi black list e quadro RW con benefici elevati

Decreto fiscale. Da confermare che il perimetro della rottamazione comprende anche le pretese che sono solo legate a «multe».

Tra le criticità della disciplina della rottamazione, meritevoli di chiarimenti tempestivi, si segnalano quelle relative ai ruoli recanti una pretesa solo sanzionatoria e ai ruoli in contenzioso.

Autore: Luigi Lovecchio

 

5. Il Parlamento punta a inserire semplificazioni e studi di settore

La conversione. Le misure da introdurre per i relatori Sanga (Pd) e Tancredi (Ap)

Un faro sulle semplificazioni e la revisione degli studi di settore.

Autori: Marco Mobili e Giovanni Parente

 

6. Da valutare anche i rischi ambientali e geopolitici all’estero

Interpelli. Per la salute e sicurezza dei dipendenti.

Nella valutazione dei rischi, il datore di lavoro deve comprendere la situazione ambientale e di sicurezza intesa anche come security, legata a eventi di natura geopolitica, atti criminali di terzi, belligeranza e, più in generale, tutti quei fattori potenzialmente pericolosi per l’integrità psicofisica dei dipendenti, in particolare in Paesi esteri.

Autori: Luigi Caiazza e Roberto Caiazza

 

7. Per il Registro i valori Omi sono presunzioni

Cassazione. Per i giudici di legittimità non possono da soli fondare la richiesta degli uffici.

Anche ai fini dell’imposta di registro, le quotazioni Omi sono mere presunzioni che di per sé non possono fondare la pretesa impositiva.

Autore: Antonio Iorio

 

8. Canone Rai, ultimo appello per pagare

Entro il 31 ottobre. Ultimo appello per il canone Rai per chi non ha potuto pagare con la bolletta elettrica o ai quali resta una quota residua, per varie ragioni.

 

 

Guida al decreto fiscale - Dichiarazioni e Iva

 

9. Stretta anti-evasione sull’Iva

Fatture da inviare al fisco ogni trimestre - Depositi fiscali, l’imposta si paga sempre - Più tempo per l’integrativa a favore

Quando i giudici nazionali o dell’Unione europea individuano situazioni di vantaggio riservate ad alcuni contribuenti, la reazione dell’ordinamento è quella di peggiorare la situazione per chiunque, ristabilendo così i principi di uguaglianza.

Autore: Raffaele Rizzardi

 

10. Integrativa a favore per il 2011 entro fine anno

Rettifiche entro il quinto anno dalla presentazione del modello

Da lunedì scorso è possibile presentare le dichiarazioni integrative a favore dei redditi, Irap, Iva e 770, relative ai periodi d’imposta precedenti al 2015 e fino al 2011 compreso

Autore: Luca De Stefani

 

11. Da maggio l’invio delle fatture

Obbligo di trasmissione telematica di documenti e liquidazioni ogni tre mesi

Sarà a maggio 2017 la prima scadenza relativa alla trasmissione telematica delle fatture di vendita e di acquisto nonché delle liquidazioni Iva.

Autore: Gian Paolo Tosoni

 

12. Obblighi black list, stop dal 2017

Gli effetti. Dopo l’introduzione del nuovo meccanismo di monitoraggio.

A fronte del nuovo obbligo di comunicazione periodica delle fatture e delle liquidazioni Iva sono stati soppressione di alcuni adempimenti.

Autori: Gian Paolo Tosoni e Alessandra Caputo

 

13. L’«estrazione» è a pagamento

Per i beni commercializzati in Italia è necessario assolvere l’imposta con F24

Dal 1° aprile 2017 il deposito Iva cambia regole allargando la sua sfera operativa (l’introduzione sarà ammessa per ogni tipologia di transazione), imponendo a chi estrae di assolvere l’imposta con un versamento diretto tramite F24 senza diritto a compensazione e incrementando in modo significativo la responsabilità del depositario che assumerà la veste di esattore.

Autore: Benedetto Santacroce

 

14. È il depositario a dover versare

Gli adempimenti. In nome e per conto di chi estrae.

L’attuazione e la corretta gestione delle nuove regole imposte per l’estrazione dei beni da un deposito Iva è affidata, in termini di responsabilità e adempimenti, al depositario.

Autore: Benedetto Santacroce

 

 

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter