Stampa la pagina
Notizia inserita il 14/10/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Venerdì 14 ottobre

La rassegna stampa del giorno di venerdì 14 ottobre con le sezioni fisco e lavoro

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 14 ottobre 2016

 

Sezione fisco

 

1. Ravvedimento del 730, la sanzione "segue" l'errore

Il 30% per violazioni rilevabili con controlli automatizzati o formali

Dichiarazioni. Per il modello infedele decisiva la correzione entro o dopo il 29 dicembre.

Per correggere un 730/2016 che comporta un maggior debito o un minor credito, l'unica strada possibile è la presentazione di un modello unico PF 2016, integrativo a sfavore, applicando le stesse regole sanzionatorie previste per la dichiarazione dei redditi e spiegate dall'Agenzia delle Entrate nella circolare 42/E/2016.

Autore: Luca De Stefani

 

2. Per il cumulo giuridico la strada resta sbarrata

Il calcolo. Si applica la singola penalità edittale.

Nel ravvedimento operoso occorre avere riguardo alla singola sanzione edittale e al fatto che non può trovare applicazione il cumulo giuridico.

Autore: Dario Deotto

 

3. Un primo passo in attesa di strumenti più consoni

L'analisi. L'Agenzia delle Entrate collega sempre la compliance con la possibilità di accedere al ravvedimento operoso.

Autore: Benedetto Santacroce

 

4. Funzioni e scissioni al test perdite

Sconto nei limiti del patrimonio contabile - Nessun vincolo per il riporto dell'Ace

Operazioni straordinarie. Se l'esito è positivo componenti negativi e interessi passivi possono essere dedotti dall'incorporante.

Limitazioni al riporto delle perdite fiscali e degli interessi passivi al test di fusioni (e scissioni).

Autore: Luca Miele

 

5. Chance-interpello se non passa il primo esame

L'alternativa. Tutte le prove da fornire.

Le previsioni antielusive specifiche dell'articolo 172, comma 7, del Tuir che limitano il riporto delle perdite fiscali e degli interessi passivi nell'ambito di operazioni di fusione (e scissione) possono essere disapplicate mediante presentazione di un interpello, ai sensi dell'articolo 11, comma 2 della legge 212/2000.

 

6. Iva-Tia, spunta il rimborso parziale

Casero: tema all'attenzione del Mef, ma con effetti finanziari molto rilevanti

Tributi locali. L'indicazione del viceministro dell'economia sull'imposta applicata alla tassa rifiuti bocciata dalla Consulta.

La sentenza della Corte costituzionale che ha tolto il velo sull'illegittimità dell'Iva sulla vecchia tariffa rifiuti  è del 2009, quella della Cassazione (sentenza 3756) che ha imposto di rimborsare i contributi è del 2012, e intanto la stessa tariffa (la Tial) che ha prodotto la battaglia giuridica è scomparsa dall'orizzonte fiscale il 1° gennaio 2013.

Autore: Gianni Trovati

 

7. Milano chiude la voluntary e parte con il patent box

Fisco e professioni. Convegno dei commercialisti.

Un patto di collaborazione tra gli Ordini e l'amministrazione fiscale.

Autore: M.C.D.

 

8. Procura europea, l'idea viene da lontano

Focus. Per le frodi sul valore aggiunto.

La lotta alle frodi che colpiscono gli interessi finanziari dell'Unione europea è ancora del tutto inefficace per l'assenza di una disciplina centralizzata che, non solo, coordini le attività investigative realizzate dai singoli Stati membri, ma che, possa in modo autonomo attivare l'azione penale e perseguire i singoli fenomeni di frode che si verifichino in uno qualsiasi dei territori unionali.

Autore: Benedetto Santacroce

 

 

Sezione lavoro

 

9. Demansionamento anche presunto

Gli effetti dannosi per il lavoratore possono essere dimostrati con prove "indirette"

Cassazione. La Corte alleggerisce l'onere della prova a carico del dipendente, che può basarsi su massime di comune esperienza.

Il danno da dequalificazione professionale non è in re ipsa, ma richiede di essere provato dal lavoratore che, a seguito del demansionamento, lamenta di aver subito un pregiudizio risarcibile.

Autore: Giuseppe Bulgarini d'Elci

 

10. Il conguaglio indebito è mensile

Adempimenti. Il calcolo degli importi da sanzionare va effettuato mese per mese.

L'indebito conguaglio di somme a danno dell'Inps concretizza la fattispecie prevista e punita dall'articolo 316-ter del codice penale e si perfeziona ogni mese con le relative operazioni.

Autori: Luigi Caiazza e Roberto Caiazza

 

11. Opzione donna attende la firma dell'Economia

Previdenza. La relazione sull'utilizzo della "opzione donna" è stata redatta, come previsto dalla legge di stabilità 2016, ma è in attesa del via libera del ministero dell'Economia per poter essere inviata al Parlamento.

Autore: M. Pri.

 

 

 

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter