Stampa la pagina
Notizia inserita il 12/10/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Mercoledì 12 ottobre

La rassegna stampa del giorno di mercoledì 12 ottobre con le sezioni fisco e lavoro

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 12 ottobre 2016

 

Sezione fisco

 

1. Ravvedimento, «bonus» sull’acconto

Niente sanzione per carente versamento se l’integrativa è presentata dopo la scadenza

Fisco e contribuenti. Le Entrate al Forum tax: no alle rate ma spazio al frazionamento di imposte, penalità e interessi dovuti.

Un «bonus» per la dichiarazione integrativa. La presentazione successiva alla scadenza dell’acconto non comporta anche il ravvedimento della sanzione per carente/omesso versamento dell’acconto.

Autore: Giovanni Parente

 

2. Dichiarazioni Iva, partono i controlli

Gli accertamenti. Rossella Orlandi: le lettere di compliance equivalgono al contraddittorio.

Partono i controlli sui contribuenti che non hanno adeguato il loro comportamento dopo aver ricevuto le lettere di compliance delle Entrate nel corso del 2015. Sono circa 16mila su 65mila i soggetti che non sono stati minimamente scalfiti dall’invito a regolarizzare.

Autori: Alessandro Galimberti e Giovanni Parente

 

3. La lotta all’evasione per ridurre il peso del fisco

Fiscal view. L’indagine del World economic forum.

La congiuntura economica in Italia continua ad avere un trend di crescita molto contenuto e ciò si riflette sui fondamentali della finanza pubblica, con un debito e un disavanzo in crescita, lontani dai parametri imposti dall’Ue.

Autore: Angelo Cremonese

 

4. Chiusa la partita, compensi soggetti a Iva

Il momento impositivo è ancorato alla materiale esecuzione della prestazione

Cassazione. La sentenza delle sezioni unite su quanto percepito dopo la cessazione dell’attività.

I compensi per prestazioni professionali percepiti dopo aver dichiarato la cessazione dell’attività sono soggetti a Iva, poiché, nel momento in cui tali operazioni sono effettuate, i presupposti oggettivo e soggettivo sono rispettati.

Autori: Matteo Balzanelli e Massimo Sirri

 

5. Detraibilità ad ampio spettro

Le altre conseguenze. Lo scomputo in linea con la Corte di giustizia Ue.

Il diritto alla detrazione spetta sia in relazione alle spese propedeutiche all’attività che a quelle funzionali alla stessa, ma successive alla sua cessazione. Inoltre, il principio della neutralità dell’imposta non può essere messo in discussione per effetto dell’omissione di determinati atti formali, seppur previsti dalla normativa.

Autori: Matteo Balzanelli e Massimo Sirri

 

6. Imponibilità all’esame dei giudici europei

Oggi a Lussemburgo. Rush finale per la decisione della Corte di giustizia Ue sulla non imponibilità Iva. Sulle cessioni intra comunitarie l’avvocato generale della Corte del Lussemburgo è, infatti, tornato a ribadire il diritto alla non imponibilità Iva anche in assenza di alcuni requisiti formali (causa C-24/15). Ora la parola passa ai giudici e la sentenza sarà depositata il 20 ottobre.

Autore: Roberta De Pirro

 

7. Amministratore di condominio senza Irap

L’esercizio in autonomia rende irrilevante l’appartenenza a un’associazione

Cassazione / 1. Gli effetti della sentenza su sindaci e revisori quando l’attività è svolta senza organizzazione.

Va accolta la richiesta di rimborso Irap presentata dal componente di uno studio associato relativamente all’Irap versata sui compensi percepiti per incarichi di controllo ed amministrazione ricoperti in società ed enti, fatturati nell’ambito della posizione personale, priva di dipendenti e di beni strumentali di rilievo.

Autore: Giorgio Gavelli

 

8. Esente da imposta il collaboratore dello studio legale

Cassazione / 2. Non basta utilizzare le strutture.

Niente Irap per l’avvocato che lavora stabilmente quale collaboratore presso un importante studio legale e, pur utilizzando la struttura dello studio, si limita a prestare al suo interno la propria opera di collaboratore.

Autore: Giorgio Gavelli

 

9. Pubblicato il nuovo Registro revisori

Professioni. Con le sezioni A e B.

Debuttano le nuove sezioni «A» e «B» del Registro dei revisori legali che sono attive dal 23 settembre e soltanto i professionisti (o le società) iscritte nella sezione «A» possono svolgere la funzione di “dominus” per i praticanti; che, se sono collocati presso soggetti iscritti alla sezione «B», devono subito chiedere la variazione pena la sospensione automatica del tirocinio.

Autore: Giorgio Costa

 

Sezione fisco e sentenze

 

10. Leasing, l’utilizzatore paga il bollo

La tassa automobilistica non è a carico della società che stipula il contratto

Commissioni tributarie. Per i giudici di Ancona e Firenze le regole valgono anche prima del 2016.

Per i veicoli concessi in locazione finanziaria l’unico soggetto tenuto al pagamento della tassa automobilistica regionale è il soggetto utilizzatore, anche anteriormente al 1° gennaio 2016.

Autore: Giacomo Albano

 

11. Regimi doganali speciali, autorizzazioni da «rivedere»

Dogane. I chiarimenti dell’Agenzia sulle regole in vigore dal 1° maggio.

L’agenzia delle Dogane, con la nota 84724 del 10 ottobre, anche sulla base di un confronto con la Commissione europea, fornisce chiarimentisulle modalità di attuazione dei regimi doganali, sostanzialmente modificati dal 1° maggio 2016.

Autori: Benedetto Santacroce e Ettore Sbandi

 

12. Pa digitale, correzioni al «codice»

Semplificazione. Un decreto per cambiare il Codice dell’amministrazione digitale.

Autore: Alessandra Longo

 

13. Ipoteca, giurisdizione doppia

Cassazione. Il giudice ordinario decide sulla richiesta risarcimento all’agente della riscossione.

La verifica della legittimità dell’iscrizione ipotecaria eseguita dall’agente della riscossione rientra nella giurisdizione del giudice tributario se deriva da un debito fiscale, mentre sulla richiesta risarcitoria avanzata dal contribuente nei confronti dello stesso agente della riscossione decide il giudice ordinario.

Autore: Laura Ambrosi

 

 

Sezione lavoro

 

14. Pa senza responsabilità solidale

Semaforo rosso per i periodi precedenti l’entrata in vigore del Dl 76/13

Appalti. La Cassazione ribadisce l’esonero dalla solidarietà per i debiti retributivi e contributivi degli appaltatori.

Verso le pubbliche amministrazioni non si applica il regime di responsabilità solidale per i crediti retributivi e contributivi che regola i rapporti tra committenti e appaltatori nell’ambito degli appalti di servizio.

Autore: Giampiero Falasca

 

15. App «marcatempo», obblighi informativi oltre al rispetto privacy

Controlli a distanza. Dopo l’ok del garante.

Il provvedimento del Garante della privacy sulle app marcatempo, riportato nella newsletter del Garante del 10 ottobre 2016 e commentato ieri su questo giornale, merita una riflessione e solleva alcuni interrogativi.

Autore: Aldo Bottini

 

16. Inail conferma le retribuzioni convenzionali

Assicurazioni. Nella circolare 36 i valori in vigore nella seconda parte dell’anno.

Restano immutati anche per la seconda metà del 2016 i valori delle retribuzioni convenzionali, utili per calcolare il premio assicurativo di molte categorie di lavoratori assicurati che non possono contare su una retribuzione effettiva costituita dalla somma delle retribuzioni lorde maturate.

Autore: Mario Pizzin

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter