Stampa la pagina
Notizia inserita il 06/10/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Giovedì 06 ottobre

La rassegna stampa del giorno di giovedì 06 ottobre con le sezioni fisco e lavoro

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 06 ottobre 201

 

Sezione fisco

 

1. Comunicazioni Iva, alert in tempo reale

Lotta all’evasione. In caso di mancato versamento dell’imposta lettera di compliance entro 15 giorni.

Un alert in tempo reale o quasi. È quello che potrebbero ricevere i contribuenti che procederanno alla comunicazione dei dati Iva trimestrale ma non verseranno l’imposta dovuta.

Autori: Marco Mobili e Giovanni Parente

 

2. Ravvedimento senza doppie sanzioni per l’Iva

In caso di più violazioni niente «somma» di penalità

Fisco e contribuenti. Le possibili indicazioni sulle questioni interpretative aperte.

Il ravvedimento operoso viene sempre più visto, almeno dall’amministrazione finanziaria, come strumento di compliance (la riprova si è avuta con le recenti lettere volte a regolarizzare l’annualità 2012).

Autore: Dario Deotto

 

3. Fuori dalla regolarizzazione l’acconto con metodo storico

I punti critici. Nel caso di intervento su una dichiarazione precedente.

Un’altra perplessità legata al ravvedimento operoso, che certo non favorisce l’utilizzo dell’istituto, è quella conseguente al fatto che ora viene stabilito che la presentazione della dichiarazione integrativa determina lo slittamento dei termini di decadenza dell’azione di accertamento.

Autore: Dario Deotto

 

4. Depositi Iva, vale il reverse charge

La Cassazione si allinea ai principi che sono stati enunciati dalla Corte di giustizia

Importazioni. L’imposta è considerata assolta anche con l’emissione dell’autofattura: niente richieste di nuovo pagamento.

L’introduzione effettiva delle merci nel deposito Iva continua a essere una condizione obbligatoria per evitare di corrispondere l’imposta in dogana all’atto dell’importazione.

Autori: Matteo Balzanelli, Massimo Sirri e Riccardo Zavatta

 

5. È possibile anche lo «stoccaggio» infragiornaliero

Procedure. Per le Entrate ci vuole la presa in carico.

La posizione delle Entrate in ordine alle condizioni per usufruire del regime previsto per i depositi Iva resta rigidamente ancorata al dato letterale della disposizione normativa.

Autori: Matteo Balzanelli, Massimo Sirri e Riccardo Zavatta

 

6. La simulazione resta reato

Non applicabile la scriminante prevista per l’abuso del diritto

Cassazione/1. Per i giudici sotto tiro operazioni prive di contenuto che non sia il risparmio fiscale.

Un’operazione meramente simulata, priva di qualsivoglia contenuto effettivo, non può ritenersi elusiva e pertanto continua a essere perseguita anche penalmente non rientrando nella scriminante prevista dalla nuova norma per l’abuso del diritto.

Autore: Antonio Iorio

 

7. Cartella valida anche senza confronto

Cassazione/2. L’atto è legittimo se non sussistono incertezze rilevanti sulla dichiarazione.

È legittima la cartella di pagamento emessa senza il contraddittorio preventivo e senza l’invio dell’avviso bonario se non sussistono incertezze rilevanti della dichiarazione presentata.

Autore: Laura Ambrosi

 

8. La crescita dell’Ires traina l’incremento delle entrate

Conti pubblici. Nei primi otto mesi incassi in aumento del 3,6%.

Oltre 1,5 miliardi di euro in più.

Autore: M. Mo.

 

9. Ravvedimento pre-cooperative

Il responsabile fiscale è autonomo e risponde agli organi sociali

Reddito d’impresa. Non è prevista la mappa dei rischi passati ma è opportuno valutare la regolarizzazione.

La circolare 38/E, sul regime di adempimento collaborativo, contiene indicazioni piuttosto dettagliate circa i requisiti essenziali riferibili ai sistemi di controllo da adottare, nel rispetto dell'autonomia e della peculiarità di ciascuna impresa.

Autore: Maricla Pennisi

 

10. Pensioni più adeguate e maggiore assistenza

Intervista a Renzo Guffanti, Cassa dottori commercialisti.

Gestione previdenziale in sicurezza con attenzione all’equità, sistema di assistenza a 360 gradi diretto a tutti gli iscritti con un particolare riguardo ai giovani, ritorno agli investimenti immobiliari che oggi possono fruttare anche rendimenti sopra la media.

Autori: Maria Carla De Cesari e Federica Micardi

 

11. Imu-Tasi 2016, dichiarazioni anche su carta

Fisco e immobili. Pronte le specifiche tecniche del modulo di controllo per l’invio telematico delle dichiarazioni.

La possibilità di inviare telematicamente le dichiarazioni Imu-Tasi non manda in soffitta il modello cartaceo.

 

 

Sezione lavoro

 

12. Controlli difensivi solo se mirati

Legittimi quando riguardano specifiche condotte lesive estranee al rapporto di lavoro

Cassazione. Precisati i limiti alle verifiche sui dipendenti in base al vecchio articolo 4 dello Statuto dei lavoratori.

I “controlli difensivi” sui dipendenti devono riguardare comportamenti specifici che esulano il rapporto di lavoro.

Autori: Uberto Percivalle e Mila Vasile

 

13. Esodati dal 2010, «tutele» prorogate per 36 lavoratori

Previdenza. Copertura per il penultimo gruppo.

Fino a sette anni senza lavorare, in attesa di andare in pensione, beneficiando di un ammortizzatore sociale.

Autore: Matteo Prioschi

 

14. Ex Ipsema, servizi integrati con Inail

Assicurazione. Dal 3 ottobre operazioni online concentrate sul sito dell’Istituto.

Dopo le operazioni d’integrazione dello scorso fine settimana, da questa sono operativi sul sito Inail tutti i servizi del settore della navigazione e della pesca marittima, con l’unica eccezione del servizio online di denuncia infortunio, che sarà attivato dal 10 ottobre.

Autore: Mauro Pizzin

 

15. Infortuni, denunce dal 12 aprile

Sicurezza. Nuove regole dal 2017 per le assenze fino a tre giorni.

Sarà operativo dal 12 aprile 2017 il nuovo obbligo di denunciare gli infortuni professionali con un solo giorno di prognosi.

Autore: Nevio Bianchi e Barbara Massara

 

16. Isee, non c’è il blocco-pratiche

Welfare. Il ministero del Lavoro cerca i fondi per la remunerazione dei Caf.

Schiarita sui servizi Isee gestiti dai centri di assistenza fiscale. Dopo l’incontro di ieri al ministero del Lavoro tra la Consulta dei Caf, l’Inps e i tecnici del ministro Poletti, il rischio di un blocco delle pratiche gestite dai Caf, per il momento, è scongiurato.

Autore: Valeria Uva

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter