Stampa la pagina
Notizia inserita il 29/09/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Mercoledì 28 settembre

La rassegna stampa del giorno di mercoledì 28 settembre con le sezioni fisco, fisco e sentenze e lavoro

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 28 settembre 2016

 

Sezione fisco

1. Entrate, nuovo rischio-blocco

Dopo la sospensione del concorso si studia la proroga delle posizioni a tempo (Pot)

Il caso dirigenti. Il Consiglio di Stato dovrà affrontare ancora il dossier il 6 ottobre - I professionisti: soluzioni in tempi rapidi.

Il grande gioco dell’oca delle Entrate rimanda tutti al punto di partenza.

Autori: Marco Mobili e Giovanni Parente

 

2. L’alert sul pvc non ferma la verifica della GdF

Accertamento. Quando vi sono rilievi sostanziali ulteriori e diversi da quelli già contestati.

Le lettere delle Entrate inviate ai contribuenti a cui sono stati già avanzate contestazioni con un pvc (processo verbale di constatazione) non precludono controlli o verifiche della Guardia di Finanza in presenza di elementi indicativi di frode o di evasione, che lasciano presupporre la formulazione di rilievi sostanziali ulteriori e diversi rispetto a quelli già constatati.

Autori: Marco Mobili e Giovanni Parente

 

3. Sulle Agenzie in gioco la tenuta dell’economia

FISCAL VIEW. Necessarie scelte rapide e lungimiranti.

Con la sentenza 37/15 della Consulta si è modificato l’assetto organizzativo delle agenzie fiscali, attraverso l’individuazione del concorso, quale unico criterio di selezione della classe dirigente, e la decadenza dei dirigenti incaricati.

Autore: Maurizio Leo

 

4. Patent box sui marchi in registrazione

Incentivi. Risoluzione delle Entrate: tassazione agevolata anche se pende un’opposizione.

L’opzione per il patent box è ammissibile anche per i marchi in corso di registrazione e con procedimenti di opposizione ancora pendenti.

Autore: Giacomo Albano

 

5. Immobili patrimonio, tasse a forfait

Se i beni sono affittati l’imposizione è rapportata al canone pattuito

Imposte sui redditi. Da dichiarare in Unico 2016 i cespiti non utilizzati strumentalmente né come «merce».

Anche in Unico 2016 il possesso di “immobili patrimonio” costringe le imprese a compilare diversi righi del modello dichiarativo, al fine di adottare una forma di tassazione, prevista dal Tuir, differente da quella “a costi e ricavi” tipica, ad esempio, degli immobili strumentali.

Autori: Matteo Balzanelli e Giorgio Gavelli

 

6. Interessi indeducibili sulle spese ordinarie

Oneri finanziari. Il benefit scatta solo per acquisti e ristrutturazioni.

Per gli interessi di finanziamento su prestiti garantiti da ipoteca relativi a immobili da destinare alla locazione si applicano, per l’ultimo anno, le regole ante decreto Crescita e internazionalizzazione.

Autori: Matteo Balzanelli e Giorgio Gavelli

 

7. Black list, vale la data della Gazzetta

Per gli acquisti da Hong Kong e Singapore il rischio di riaprire le dichiarazioni

Paradisi fiscali. Secondo le Entrate le regole sulla deducibilità sono valide solo dalla data di pubblicazione delle nuove liste.

Nuova black list dei costi in vigore solo per una parte dell’esercizio 2015.

Autore: Luca Gaiani

 

8. Opportuna la tenuta di un «country file» per monitorare le Cfc

Partecipazioni estere. Proposta di Assoholding.

Un country file anche per monitorare l’applicazione della disciplina Cfc, che consenta di evitare l’irrogazione di sanzioni, come accade in materia di transfer price documentation: è questa la proposta formulata da Assoholding nella circolare 11 emanata ieri, che esamina gli adempimenti dichiarativi in tema di Cfc alla luce della circolare dell’agenzia delle Entrate 35/E del 4 agosto 2016 e del provvedimento del direttore dell’Agenzia del 16 settembre 2016.

Autori: Emanuele Reich e Franco Vernassa

 

9. Partecipazioni, il pegno non vincola il voto

Consolidato. Fino all’esercizio del diritto da parte del creditore titolarità in capo al debitore.

La circolare 40/E/2016 sul consolidato nazionale ha fornito importanti chiarimenti anche in relazione ad alcune fattispecie particolari, oggetto di istanze di interpello o di consulenza giuridica, riguardanti operazioni che possono incidere sulla continuazione del consolidato in relazione alla sussistenza del requisito del “controllo rilevante” agli articoli 117 e 120 del Tuir.

Autore: Sandro Maria Galardo

 

Sezione fisco e sentenze

 

10. Trasformazioni, decide l’atto notarile

Per l’assegnazione dei beni ai soci vale la data del contratto di trasferimento

Agevolazioni. Il termine del 30 settembre per il passaggio a società semplice è rispettato anche senza la trascrizione contestuale nel Registro imprese.

Corsa contro il tempo per “effettuare” entro venerdì 30 settembre 2016, le delibere e gli “atti di assegnazione” dei beni ai soci, oltre che per deliberare gli “atti di trasformazione” agevolata in società semplice o per stipulare le cessioni agevolate.

Autori: Luca De Stefani e Gian Paolo Tosoni

 

11. Rileva fiscalmente la riduzione del Tfr iscritto a patrimonio

Bilancio. L’impatto dell’attualizzazione per gli Ias adopter.

L’anno 2015 ha visto, per una molteplicità di aziende Ias adopter, una sensibile decremento della componente attuariale del Tfr iscritta nel patrimonio netto nelle cosiddette «altre componenti di conto economico complessivo» (Other comprehensive income - Oci).

Autori: Daniela Delfrate e Marco Piazza

 

12. Casa di lusso, incide anche il seminterrato

Cassazione. La superficie concorre a raggiungere i 240 metri quadrati.

I locali seminterrati concorrono al computo dei 240 metri quadrati di superficie utile prevista dall’articolo 6 del Dm 2 agosto 1969 che determinano le caratteristiche di lusso di un’abitazione.

Autore: Giampaolo Giuliani

 

13. Ruolo straordinario illegittimo

Ctp Reggio Emilia. Se la società è in concordato preventivo.

È illegittimo il ruolo straordinario emesso nei confronti di una società in concordato preventivo: la procedura infatti, non costituisce di per sé prova per il fondato pericolo per la riscossione.

Autore: Laura Ambrosi

 

 

Sezione lavoro

 

14. Alto apprendistato, lo Stato supplisce

Prorogabili di un anno i contratti per la qualifica stipulati con le vecchie regole

Le modifiche al Jobs act. Per alta formazione e ricerca si fa riferimento a un Dm del 2015 in assenza delle discipline regionali.

Il decreto legislativo correttivo della riforma del mercato del lavoro contiene l’ennesima innovazione in materia di apprendistato.

Autore: Giampiero Falasca

 

15. Più intermediari per le dimissioni online

Fine rapporto. Ai soggetti autorizzati a inviare il modulo per conto del dipendente si aggiungono l’Ispettorato del lavoro e i consulenti.

La norma attualmente in vigore per le dimissioni viene modificata in due punti dal decreto correttivo del Jobs act.

Autore: Aldo Bottini

 

16. Definite le regole per l’archivio infortuni

In Gazzetta. Il funzionamento del Sinp.

Dopo oltre otto anni dall’entrata in vigore del Dlgs 81/2008 (Testo unico sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro), è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri il decreto interministeriale del 25 maggio 2016, che contiene le regole per il funzionamento del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (Sinp), che conterrà informazioni relativi a infortuni, malattie, attività di prevenzione e di vigilanza in tema di salute e sicurezza.

Autore: Luigi Caiazza

 

17. Soglia per la reversibilità, contano anche gli interessi

Pensioni. Interrogazione in commissione alla Camera.

Interessi generati dai titoli di Stato, quelli (ormai vicini allo zero) dei conti correnti, proventi di quote di investimento e Tfr vengono ora considerati ai fini del raggiungimento delle soglie di reddito che determinano una riduzione dell’importo della pensione di reversibilità.

Autori: M.Pri. e Fa.V.

 

 

 

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter