Stampa la pagina
Notizia inserita il 14/09/2016

La Rassegna Stampa del giorno - Martedì 13 settembre

La rassegna stampa del giorno di martedì 13 settembre con le sezioni fisco, lavoro, giustizie e sentenze e condominio

Scarica il PDF con la Rassegna Stampa del giorno - 13 settembre 2016

 

Sezione fisco

1. Proprio l’analisi del modello 2016 può rivelare spese non portate in deduzione o detrazione e oneri familiari non fatti valere

Integrativa 'spinta' da sconti e ritenute

Professionisti e contribuenti valutano se inviare la correttiva a favore per il 2014 entro il 30 settembre

Autori: Lorenzo Pegorin e Gian Paolo Ranocchi

Rettificative a favore relative al 2014 con scadenza perentoria il prossimo 30 settembre.

 

2. Guida alla compilazione. Tutte le chance della «rettificativa» a favore

Aperta la strada alla compensazione

Autore: Mario Cerofolini

In caso di errori nella dichiarazione originaria regolarmente presentata che comportano un minor debito o un maggior credito d’imposta a favore del contribuente, quest’ultimo è chiamato a decidere se presentare o meno una dichiarazione integrativa al fine di vedersi riconosciuto quanto spettante.

 

3. Le altre scadenze. Entro il 30 settembre possibile sostituire i modelli relativi al 2015 già inviati

Ultimi giorni anche per la 'correttiva nei termini'

Autore: Luca De Stefani

Oltre all’invio telematico del modello Unico 2016 (e della dichiarazione Iva autonoma), relativo al 2015, il 30 settembre 2016 scadrà anche la possibilità di presentare l’integrativa a favore relativa al 2014 (Unico 2015) e le correttive nei termini per correggere le dichiarazioni del 2015 già inviate.

 

4. Dichiarazioni/2. Scade giovedì 15 il termine per l’invio del modello e delle certificazioni uniche fuori dal 730 precompilato

Il 770 all'ultima quadratura

Da verificare la corrispondenza fra i dati del prospetto e quelli delle certificazioni

Autori: Nevio Bianchi e Barbara Massara

I sostituti hanno tempo fino a giovedì 15 settembre per trasmettere telematicamente il modello 770/16 relativo al reddito 2015

 

5. La novità. Da indicare i redditi di lavoro autonomo erogati a soggetti privi di codice fiscale

Percepienti esteri indicati nel quadro 'SY'

Autori: Nevio Bianchi e Barbara Massara

Il quadro SY, introdotto pochi anni fa per indicare le somme corrisposte a seguito di pignoramenti, è stato quello che ha subito i maggiori cambiamenti rispetto agli anni passati.

 

6. Tributi/1. Da giovedì riscossione coattiva affidata ai privati

Regione Lombardia dice addio a Equitalia

Autore: Gianni Trovati

La Regione Lombardia chiude il rapporto con Equitalia. Ieri la giunta guidata da Roberto Maroni ha approvato la proposta, annunciata da tempo e presentata dall’assessore al Bilancio, Massimo Garavaglia, di dire addio all’agente nazionale della riscossione e gestire direttamente la raccolta dei propri tributi.

 

7. Tributi/2. Premi in discesa rispetto all’anno scorso

Anti-evasione, ai Comuni solo 17 milioni di premi

Autore: Gianni Trovati

Arrivano i nuovi «premi» ai Comuni per gli accertamenti di tasse statali che gli enti locali hanno contribuito a promuovere: la dote però, comunicata ieri dal Viminale sulla base dei dati elaborati dal dipartimento Finanze del ministero dell’Economia, scende rispetto all’anno scorso, ed è la prima volta che accade nell’ormai non breve storia della compartecipazione dei sindaci alla lotta all’evasione statale.

 

8. Fisco internazionale. Storica decisione del tribunale federale elvetico che accoglie una rogatoria olandese

Istanze di gruppo, l'ok di Berna

Possibile chiedere dati su contribuenti di cui non si conosce l'identità

Autore: Paolo Bernasconi

“Helvetia locuta”: il Tribunale federale svizzero apre l’autostrada per le rogatorie fiscali raggruppate.

 

9. Società di comodo. L’imposta sostitutiva può arrivare al 10,5%

Assegnazione più costosa ma solo in pochi casi

Autore: Paolo Meneghetti

L’imposta sostitutiva per eseguire l’assegnazione agevolata, o la cessione o la trasformazione in società semplice in base alla legge 208/15, va incrementata di 2,5 punti in percentuale se la società in questione presenta lo status di “comodo” in almeno due degli anni del triennio precedente il 2016.

 

10. Ctp Milano. La mancata compilazione del quadro RW è violazione «non formale» anche se non incide sulla base imponibile

Attività estere, omissioni sempre sanzionate

Autori: Ferruccio Bogetti e Filippo Cannizzaro

L’omessa compilazione in Unico del Quadro RW con l’indicazione delle attività detenute all’estero ostacola l’attività di controllo dell’ufficio. Ciò vale anche se l’omissione non incide sulla base imponibile da cui discende una maggiore imposta dovuta.

 

11. Gli effetti della sentenza delle Sezioni unite in materia di recupero se manca la dichiarazione

Crediti Iva, test-contraddittorio

in caso di contestazioni possibile provare il diritto con dati sostanziali

Autore: Laura Ambrosi

Le Sezioni unite della Cassazione con la sentenza n. 17757/2016 hanno confermato che il credito Iva discendente da una dichiarazione omessa può essere comunque “recuperato” dal contribuente e ciò anche in sede contenziosa (si veda Il Sole24Ore del 9 settembre scorso).

 

12. La sentenza. Diminuisce il peso degli obblighi cartolari

La detrazione 'supera' gli adempimenti formali

Autori: Salvina Morina e Tonino Morina

La Cassazione mette la parola fine sui crediti Iva: la detrazione dell’imposta pagata spetta sempre, anche se la relativa dichiarazione annuale è stata omessa.

 

Sezione lavoro

13. In caso di dichiarazione di nullità per vizio dell’intesa non si determina in automatico la ricostituzione del rapporto.

Patto di prova soggetto a recesso

In base ai dati occupazionali il lavoratore avrà diritto a reintegra o tutela risarcitoria

Autore: Giuseppe Bulgarini d’Elci

Nel caso in cui il patto di prova apposto al contratto di lavoro sia affetto da un vizio che ne determina la nullità, l’atto di recesso datoriale intimato sull’erroneo presupposto della validità della clausola appositiva della prova soggiace all’applicazione del regime speciale di tutela contro i licenziamenti illegittimi.

 

14. Jobs act. Oggi il calendario del Senato

Lavoro autonomo, il Ddl con le tutele fa rotta sull'aula

Autore: Giorgio Costa

Si avvicina l’approvazione al Senato del Ddl sul jobs act per il lavoro autonomo.

 

15. In una circolare i chiarimenti per i malati di mesotelioma non professionale e i loro eredi

Nuovi moduli per il Fondo amianto

Autore: Mauro Pizzin

Cambiano i moduli per la richiesta di accesso alle prestazioni erogate dal Fondo per le vittime dell’amianto, destinate ai malati di mesotelioma non professionale e gli eredi dei malati di mesotelioma non professionale deceduti nel 2015.

 

Sezione giustizie e sentenze

16. Tribunale di Milano. Superato il principio dettato dalla Cassazione nel 2010

Fondi comuni d'investimento con personalità e patrimonio

Risolto anche il problema dell'intestazione dei beni

Autori: Angelo Busani e Angela Fedi

Il fondo comune d’investimento ha una propria soggettività giuridica ed è quindi titolare del patrimonio (denaro, immobili, azioni, altri titoli) che vi è stato conferito dai suoi quotisti o che è stato acquisito dal fondo stesso pagandolo con l’utilizzo delle proprie risorse.

 

17. INTERVENTO

La neutralità della Rete? L'obiettivo è lontano

Autori: Carlo Melzi d’Eril e Oreste Pollicino

 

Sezione condominio

18. Rapporti di vicinato. Le pronunce dei giudici di legittimità e di merito ritengono applicabile il reato

Stalking anche in condominio

Per chi tormenta il vicino c'è il pericolo di una condanna pesante

Autore: Eugenio Antonio Correale

Pace in casa propria: una richiesta legittima ma che in condominio è, a volte, difficile da soddisfare. Le liti anche violente e il disturbo sono frequenti. Ma si possono fermare.

 

19. Il caso. Le indicazioni su odori e vapori

Emissioni moleste, il reato non è escluso se sono occasionali

Autore: Giulio Benedetti

La Cassazione (Sezione III, sentenza 7605/2012) ha già affrontato l’annoso problema dei rapporti di vicinato con particolare riguardo alle immissioni di odori e vapori molesti.

 

20. Norme in cantiere. Verso un nuovo intervento legislativo

Per le regole sul rumore rischio di una retromarcia

Autore: Massimo Granai

Il regolamento europeo 305/2011 (Cpr), sostitutivo della direttiva 89/106/EC (Cpd) sui prodotti da costruzione indica tra i sette requisiti essenziali di un edificio la protezione dal rumore.

 

 

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter