Stampa la pagina
Notizia inserita il 09/08/2016

Bilancio 2016: novità in arrivo

A partire dal bilancio 2016 si applicano le nuove regole del DLgs 139/2015 sul bilancio 2016. Da aggiornare però anche il bilancio 2015

Il bilancio 2016 sarà redatto secondo le nuove regole del  D.Lgs 139/15 e per quanto riguarda i Principi Contabili ricordiamo che l’Organismo italiano di contabilità (Oic) ha quasi completato  la revisione dei principi contabili, già diffusi nella veste di bozze per la consultazione che sarà completata auspicabilmente per la fine di settembre.

Le novità sugli schemi, conti d'ordine e fatti avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio per il bilancio 2016

Non tutte le novità sul bilancio 2016 interessano tutti ma certamente tutte le imprese che devono fare il bilancio 2016 devono considerare le modifiche agli schemi di bilancio: l'eliminaizone della sezione "straordinaria"  ha effetti  non solo sul bilancio 2016 ma costringe a riclassificare anche il bilancio 2015

 

Il problema della riclassificazione interessa infatti anche il bilancio 2015 perchè non sono previste norme transitorie e pertanto si deve intendere che si applichi integralmente 2423-ter del Codice Civile laddove prevede che ogni voce del conto economico e stato patrimoniale sia confrontata (e quindi: conforntabile) con quella dell'esercizio precedenti.

 

Il principio contabile che detta le nuove regole e con il quale dovremo confrontarci è il principio contabile  12 che oggi è ancora in consultazione e che trovate nel sito dell'OIC. Il principio contabile 12 nel paragrafo «Motivazioni alla base delle decisioni assunte», contiene un prospetto che illustra alcuni casi più diffusi ma non è certo possibile dare regole per tutti i casi possibili: sarà compito degli amministratori a provvedere con attenzione e diligenza alla riclassificazione.

 

Proprio perchè la complessità della realtà non è riconducibile ad eccessiva semplificazione, il decreto legislativo 139  ha previsto che nella nota integrativa venga dato conto di singoli elementi di ricavo o di costo che per la dimensione e la natura degli stessi possano avere la caratteristica di essere eccezionali. In attesa di chiarimenti (necessari) l'orientamento è di fare coincidere il l'eccezzionalità dell'evento con la non ripetibilità dello stesso: è eccezionale un fatto che succede solo una volta e che non ha prospettiva di accadere ancora.

 

Altra novità sul bilancio 2016 di carattere generale è la soppressione dei conti d’ordine che viene sostituita dall'obbligo di dare una informazione più ampia nella nota integrativa. Oltre alle informazioni prima contenute nei conti d'ordine l'obbligo  si estende fino a indicare  anche quelle  passività potenziali che esistono realisticamente ma che interessano situazioni nelle quali, in base a quanto prevede il principio contabile Oic 31, non è possibile iscrivere nello stato patrimoniale un fondo per rischi e oneri. 

 

Altra novità sul bilancio 2016 tra riguarda la nota integrativa: dopo che viene eliminato il n.5 dell'art. 2428 ovvero l'obbligo di dare informazioni sui fatti nuovi avvenuti dopo la chiusura del bilancio nella Relazione sulla gestione,  vanno date in modo ampio tutte le indicazioni e informazioni circa la natura e l effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio. Apparentemente si tratta di una modifica formale ma se si considera che la nota integrativa è parte integrante del bilancio si capisce come aumenti la repsonsabilità per sindaci e revisori.

 

Per chiarezza: i fatti "nuovi", come precisa il principio contabile Oic 29, riguardano situazioni non in essere alla data di riferimento del bilancio .

 

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter