Stampa la pagina
Notizia inserita il 04/08/2016

Bonus ricerca sviluppo: RM 66/E/2016 conferma cumulabilità agevolazioni

Sono cumulabili agevolazioni R&S con altri incentivi con il limite però che la somma degli incentivi non superi il costo totale sostenuto

Con la RM 66/E/2016 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito nuovamente che il credito di imposta a favore della ricerca e sviluppo (Legge 23 Dicembre 2014, n.190 - Articolo 1 comma 35) è cumulabile con altri incentivi a condizione che la somma degli incentivi non superi il totale del costo sostenuto.

Si tratta come noto del bonus ricerca sviluppo che riconosce un credito di imposta pari al 25% delle spese sostenute (50% per i costi di "personale altamente qualificato") nella misura che supera la media del triennio precedente a quello in corso il 31 Dicembre 2015.

Rispondendo all'interpello di un contribuente che aveva già ricevuto contributi comunitari per due progetti l'Agenzia, confermando quanto  aveva precedentemente detto nella sua CM 5/E/2016, ha precisato:

  1. Nel calcolo della media dei tre anni i costi vanno considerati al lordo dei contributi comunitari ricevuti;
  2. Per il calcolo del credito d'imposta del 25% ( o 50% se applicabile) si devono considerarei i costi al lordo dei contributi comunitari ricevuti;

In pratica viene ribadito che non esiste divieto di cumulo tra le misure agevolative ma ovviamente il cumulo non deve essere superiore al costo sostenuto;

La valutazione deve essere fatta considerando le diverse categorie omogenee di spesa e non rileva invece il costo per singolo progetto

Abbonati

15.75 € + iva
Al mese
Abbonati
189.00 € + iva
All'anno
Abbonati
sfondo abbonati

Abbonati

Per essere aggiornato al 100%

15.75 € + iva
Al mese
189.00 € + iva
All'anno
Consulta i nostri Tutorial
sfondo abbonati
newsletter